lunedì 6 giugno 2011

Il libro Burro Salato Fattorie Fiandino e un'atra ricetta ad alto tasso di godimento

IMG_9916
È arrivato!!!
Sí é propio lui il libro IL BURRO SALATO delle Fattorie Fiandino edito da arabAFenice
Bello, compatto, utilizzo snello e pratico e una bella dose di art-design che permette a questa pubblicazione di distinguersi nell'impatto visivo dalla moltitudine di libri e pubblicazioni che circolano nel mondo del food.
34 belle ricette "sfornate" da altrettanti blogger dove l'ingrediente principe é proprio il BURRO SALATO delle Fattorie Fiandino. 
Qualche mese prima di iniziare a "concentrarmi" sulla ricetta da elaborare per la partecipazione al progetto (e ringrazio Sandra Salerno per avermi regalato questa opportunitá) mi ero giá procurata alcuni panetti di burro Fiandino, quasi "costringendo" la gastronomia-pusher dove mi servo, ad inserire il prodotto nella loro offerta commerciale. La mia partecipazione é stata dettata quindi dall'aver in primis testato la qualitá e la bontá del burro senza condizionamenti esterni.
La mia ricetta che é stata pubblicata é questa...
IMG_9917
ma oggi ne propongo una mooolto elementare eppure ad alto tasso di godimento: pochi ingredienti ed il burro in purezza ad esaltare tutto l'insieme.
Non serve neanche "pescare" nel torbido...ehm cioé inutile affannarsi a volere a tutti i costi pesci esotici, strani, il piú delle volte FUORI STAGIONE solo per stupire, per fare i "fighi" a tavola.
La povera, simpatica e conosciutissima sarda riserva gusti e sapori inaspettati (con buona pace del portafoglio).
Non snobbiamola e facciamola diventare parte della nostra famiglia, almeno una volta alla settimana puó accomodarsi a tavola con noi!!
Sarde burro e nocciole

SARDE CON BURRO SALATO FATTORIE FIANDINO, NOCCIOLE E PANE AI CEREALI
(finger-food x 4 persone)
4 sarde
4 fette di pane ai cereali
4 nocciole piemonte IGP tritate finemente
Burro Salato Fattorie Fiandino
Sale marino
Scorza di limone

Pulire le sarde, eliminare le interiora e le teste, aprirle e togliere le lische. Tamponarle con carta cucina, spolverizzarle con sale marino e buccia di limone grattugiata. Dopo 5/10 minuti sciacquarle delicatamente ed asciugarle bene. Infilarle in un sacchetto per alimenti, premendo bene con le mani per eliminare l'aria. (operazione da eseguire anche con la macchinetta per il sottovuoto). Sistemare il sacchetto in congelatore almeno 2 ore.
Tagliare delle fettine rettangolari di burro e sistemarle su di un foglio di carta forno. Porre a riposare in frigorifero.
Estrarre le sarde dal congelatore 15/20 minuti prima di servirle. Tostare le fette di pane ai cereali. Sistemare una fetta di pane sopra ogni rettangolo di burro, capovolgere, coprire con la granella di nocciole e una sarda.

4 commenti:

Ady ha detto...

Beh pure questa...io sto ancora aspettando uff...A giovedìììììììì, bacissimi :*

Sandra ha detto...

grazie a te cara Alex per l'amicizia, sincera e presente. Io ho fatto poco a dire la verità. Ma ho creduto in questo progetto fin da subito.
un abbraccio e complimenti per la ricetta :)

CorradoT ha detto...

Se devo essere sincero questa ricetta mi piace di piu'.
Forse un minimo di zeste di limone anche dopo?

Alex ha detto...

Ady...arriverá presto anche a te!!
Sandra...dovrei copincollare quello che hai scritto:))
Corrado...si, non guasta un pó di limone in piú, anzi