Tarte ai mirtilli

Tarte ai mirtilli

E anche questi sono andati!! A seguito di un'errata "lista della spesa" mi sono ritrovata in frigo 6 cestini stracolmi di mirtilli senza destinazione apparente. Tempo fa mi era stato gentilmente richiesto, ad una cena di compleanno, di preparare come secondo piatto il "famoso" -Fegato al porto, gamberi rossi, pistacchi, miele e mirtilli- proprio quello cucinato da me e Virginia in tv...come dire di no?... Il festeggiato ed io organizziamo le cose da fare e da comperare: il primo che trova i mirtilli, li compera, ok?...bene. Alla sera tutti avevano comperato mirtilli!!! Nella preparazione del piatto ne servivano una manciata o poco più...con quelli rimasti non mi andava di preparare cake o muffin, così ho optato per la crostata...
Al posto della solita frolla, ho usato questa base trovata in una rivista francese: una via di mezzo tra sablè e pasta sfogliata, con il vantaggio della velocitá, in quanto non si devono fare i soliti "giri"

TARTE AI MIRTILLI

x 3 tarte rettangolari
300 gr. di farina
300 gr. di burro
10 cl di acqua fredda

Per la farcia:
6 cestini di mirtilli (sostituibili con prugne, susine, uva ecc.)
75 gr. di nocciole tritate
75 gr. di mandorle tritate
125 gr. di zucchero di canna
60 gr. di burro

Impastare a mano farina, burro e acqua. Lasciar riposare la pasta in frigorifero.

In un padellino cuocere 5 minuti la frutta con 60 gr. di burro e 80 gr. di zucchero di canna.
Stendere la pasta negli stampi e coprirla con nocciole e mandorle tritate. Versare e livellare la frutta. Alla fine spolverizzare con il restante zucchero di canna. Infornare a 180° e cuocere 40 minuti circa.
Tarte ai mirtilli

You Might Also Like

14 commenti

  1. mmmhhh che buona! L'ho giusto mangiata l'altra sera!

    RispondiElimina
  2. Marta...buona si, e non troppo dolce, come piace a me!!

    RispondiElimina
  3. E' bellissima, sai che ieri ho comprato anke un miele ai mirtilli favoloso..io adoro i mittilli! :)
    Sono passata anche per dirti che ho prorogato la scadenza del contest al 23 dicembre.
    Mi auguro che parteciperai :)
    Se ti va di divulgare la nuova scadenza preleva il bannerino.
    Grazie.
    Baci

    RispondiElimina
  4. Bella questa crostata tenebrosa :)
    Quanto tempo in frigo? Dacci un indizio :)

    RispondiElimina
  5. La pasta non è la brisè??? Comunque sei sempre straordinaria!

    RispondiElimina
  6. Iana...grazie
    Corrado...un paio d'ore bastano

    RispondiElimina
  7. Fantasie...la brisè ha meno burro (credo 500 farina, 250 burro, 125 acqua)questo impasto invece è pari peso di farina e di burro (forse è per questo che sfoglia?)...in ogni caso non lo so...la rivista non parlava di brisè (in realtà non avevano dato nessun nome specifico)

    RispondiElimina
  8. Che bonta'!! E' cosi' bella e invitante che mi pare di sentire il profumo dei mirtilli fino a qui.
    A proposito, sai che ho costretto mio fratello a riesumare il librino sul pane delle Dolomiti? Fra un po' dovrei riceverlo per posta : )

    RispondiElimina
  9. Sara...ma anche il libro di Jim sul pane, vedo che è una forza!!! p.s. vista Cortina in TV...corso Italia con la neve!!!

    RispondiElimina
  10. Semplice, essenziale e fruttosa, la adoro (e ne faccio una simile).
    Carine le foto di casa, rendono bene l'idea :-)
    Buona serata

    RispondiElimina
  11. la pasta base deve essere da urlo!!
    mi piace l'idea di usare la frutta secca sotto la frutta, proverò!

    RispondiElimina
  12. Dada...posso avere la tua versione?

    RispondiElimina
  13. Ammazza pari burro e farina!!! Deve essere buona sì.
    Ma quei piatti li hai presi all'ikea?
    Un abbraccio

    RispondiElimina

Post precedenti

Graphic design by

Graphic design