FUSION: Massimo Bottura e Stefano Fresi

APERTURA UFFICIALE a SCICAGO (USA) del Ristorante PAPPAIACCONE
America anni '20, i primi italiani che molto coraggiosamente si sono avventurati nel sogno "americano"con i pochi mezzi a disposizione, spesso armati di sogni e poco più, si attrezzano alla bene e meglio con pentoloni, mestoli e pochi ingredienti semplici. Il piatto che più riporta a casa, che risveglia profumi mediterranei, che riscalda e rassicura.
E non manca nemmeno il "menestrello" ad accompagnare la coppia di "cucinieri" per allietare le folle e soprattutto per garantirsi furbescamente un pasto caldo.
Tutto il necessario è pronto: l'acqua che bolle, gli spaghetti, la passata di pomodoro ben insaporita con peperoncino, l'olio aromatico ricco delle essenze di limone, l'aglio.
TUTTO COSÍ SEMPLICE, tutto così conosciuto, tutto da essere ritrovato in un veloce piatto cotto per strada. Street food quasi obbligato, scaturito dalla inesauribile fantasia italica.
QUI il lavoro in diretta

Tutto quello che serve è li, in attesa di venir lavorato, assemblato, ASSAGGIATO

E non possono mancare le mitiche "MEATBALLS", le polpettine che completano il piatto importato oltre oceano dai nostri primi conterranei.
Elementi "poveri": il fondo di cottura della carne, il midollo, la coda del manzo, il brodo. Un'unica esplosione che diventa "liquida"a contatto con gli spaghetti ed il loro sugo.

La mano esperta dosa gli "additivi": olio extravergine d'oliva con essenze di limone di Sorrento.



'O RE... il mago? o l'alchimista?
I protagonisti:
Massimo Bottura Osteria Francescana di Modena
qui il trailer






You Might Also Like

4 commenti

  1. Con le tue parole hai sicuramente stimolato una grande curiosità per i metodi, i sapori...Che bella la cucina! Buona domenica

    RispondiElimina
  2. ma quelle polpettine..che spettacolo!

    RispondiElimina
  3. dada...bellissio evento: e tutta l'ironia di Massimo!!!(vedi i rimandi al casino di Striscia!!!)
    Mirtilla...davvero uno spettacolo, nel vero senso della parola...
    Giò...non parlarmi di quelle polpettine, le mitiche "meatballs"... me le sto sognando ancora!!!

    RispondiElimina

Post precedenti

Graphic design by

Graphic design