Crema di lenticchie e radicchio di treviso

crema di lenticchie3

Abbastanza normale abbinare i fagioli con il radicchio tardivo di Treviso, almeno nel Veneto questo succede, ma se al posto dei fagioli ci abbino delle lenticchie? Niente di male no?
Niente pasta o zuppa, non sparatemi però, mi sono avventurata addirittura  a comporre un'insalata, sforzi sovrumani tra i fornelli, tecnica da professionista...sto scherzando ovviamente, è che di solito non pubblico insalate in questo blog (a parte qualche rara eccezione), gira e rigira, aggiungi una noce, togli la cipolla, decora con dei germogli, divertiti a giocare con i colori, la "minestra" cambia poco.
In questo caso ho voluto testare un mixer ad immersione senza filo, così oltre che permettermi di svolazzare in assoluta libertà tra il tavolo e i ripiani della cucina, mi ha garantito in brevissimo tempo una consistenza perfettamente setosa alle lenticchie ridotte a crema. Ma non solo: ho preparato anche una cremina di nocciole (giusto una manciata) che ho usato nella vinaigrette per condire il tutto.

Ecco la ricetta x 2 persone:
x la crema di lenticchie
150 gr. di lenticchie già cotte
olio di nocciola Pariani
sale,pepe
un goccio d'acqua
Frullare a crema le lenticchie aggiungendo un filo di olio di nocciola, sale, pepe e un goccio d'acqua fino a raggiungere una consistenza cremosa (ma non troppo fluida).

x la vinaigrette
una manciata di nocciole gentile delle langhe
olio di nocciola Pariani
olio extra vergine di oliva
un cucchiaio di aceto di vino
sale, pepe
Con un mixer ad immersione frullare le nocciole insieme all'olio di nocciola. Aggiungere sale, pepe, aceto e un filo di olio extravergine di oliva.

x l'insalata
1 gamba di radicchio di Treviso tardivo
1/2 mela
un gambo di sedano bianco
4 nocciole gentile delle langhe
Eliminare le foglie esterne, affilare la radice con un coltellino e tagliare il radicchio avendo cura di tagliare molto fine la parte finale (come si fa il carpaccio di carciofi). Sistemare il radicchio in acqua molto fredda e lasciarlo in ammollo almeno mezz'ora. Asciugarlo e condirlo con la vinaigrette insieme al sedano tagliato sottile e alle lamelle di mela.

Composizione del piatto:
Versare la crema di lenticchie all'interno di un coppapasta posto al centro del piatto. Adagiarvisi l'insalata condita con la vinaigrette e completare con qualche nocciola spezzettata.

Ringrazio davvero la Braun che mi ha offerto questa simpatica opportunità di testare questo prodotto durante una serata a Milano un paio di settimane fa. Comodo da tenere sul ripiano della cucina, il manico-motore lo utilizzi anche sul coperchio di un bicchierone munito di lame per frullare qualsiasi cosa (anche il ghiaccio) senza difficoltà anche in piccole dosi, convincendomi a mandare a riposo il mio piccolo minipimer giurassico (che con le mie esigenze attuali si è rivelato assolutamente stanco e ribelle).
Simpatici "tutor" della serata sono stati i TourDeFork (Claudia Castaldi-Stefano Citi-Davide La Grotteria) e lo chef per diletto  Tommaso Fara che ci hanno fatto lavorare con verdure e cromie culinarie.
Tommaso Fara e Claudia Castaldi

You Might Also Like

13 commenti

  1. che bellissima ricetta!!! e che presentazione chic! ;)

    RispondiElimina
  2. Molto molto originale! e complimenti per la presentazione!

    RispondiElimina
  3. Che bella ricetta e...tutto
    molto bello ciao

    RispondiElimina
  4. adoro il radicchio di treviso (un po meno ne adoro il prezzo!). E mi piace molto la mise en place di questo piatto: ci hai messo molta molta cura!

    RispondiElimina
  5. molto interessante e ottima la crema di lenticchie, da provare! bellissima anche la foto

    RispondiElimina
  6. una ricetta interessante e raffinata, complimenti!

    RispondiElimina
  7. Glo83...grazie!! é semplice, sai? un pó diversa dalla solita insalata
    titty...grazie, a volte basta poco per rendere un piatto chiccoso:))
    Stefania...troppo gentile!!
    Sere...per fortuna dalle mie parti non costa troppo, altrimenti sai che disastro:ne sono ghiiottissima!!
    Max...la cremina é stato quel tocco in piú:))
    Lisa51...troppi complimenti!!! grazie peró:))
    Giovanni...sono in periodo vegetariano, anche d'inverno si possono fare cose carine con le verdure di stagione

    RispondiElimina
  8. Lo rifaccio sicuro Alex, mi piace molto!

    FRANCESCAV.com

    RispondiElimina
  9. Francesca..grazie...e fammi sapere come andrá quel discorso...tifo per te!!

    RispondiElimina
  10. Sempre in cerca di nuovi abbinamenti da te trovo delle perle ;-) Molto attraente questo piatto.
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  11. un bel melange di sapori alex, e una bella presentazione come sempre... anch'io amo poco (postare) le insalate in senso stretto: questa però direi che proprio non rientra nella categoria :-)

    RispondiElimina
  12. Assolutamente meravigliosa al solo pensiero di assaggiarla... Mi piace quest'idea dell'olio di frutta secca. Ne ho letto su una rivista, pare che però sia costosetto, è così?

    RispondiElimina

Post precedenti

Graphic design by

Graphic design