Uova in camicia...e dentro la cocotte

IMG_7520

Ogni tanto devo fare anche la segretaria di me stessa...e stare ore al pc a sistemare archivi, report, contatti ecc..la cosa positiva é che se fuori impazza anche la tempesta piú nera, me ne sto al calduccio a tichettare sui tasti, non controllo l'ora e non mi preoccupo dei pasti. Male direi, perché il piú delle volte apro il frigorifero e mangio quello che trovo: un pezzetto di formaggio, 2 fettine di prosciutto del giorno prima...insomma pranzo tristissimo. Ma oggi no, una cocotte calda e consolatoria. Non un pranzo in pompa-magna, per caritá, piú un antipasto direi. Ma mi é piaciuto molto: semplice e profumato.
Inoltre dovevo inaugurare queste due cocotte, che il titolare della Caffetteria Torinese, impietosito dalle mie "tarocche" (viste qui) a fine pausa-pranzo me ne ha fatto dono.
A breve ancora cocotte e tutte coloratissime!!! (altro splendido regalo) 


P.s. consiglio: come fate le uova in camicia? o meglio riuscite ad ottenere una bella forma con tutto il bianco ben rappreso ad avvolgere il tuorlo?



Uova in camicia

You Might Also Like

16 commenti

  1. io nn ci riesco mai, l'albume mi viene tutto sbriciolato,e non bello gonfio come nella tua foto :)

    RispondiElimina
  2. Hai presente quelle due semisfere di retina fitta, che si richiudono e si usano per fare delle tisane a immersione? Prova con quelle, ci metti l'uovo, richiudi velocissimamente (!!) e immergi.
    Il problema semmai e' che il tuorlo e' piu' pesante dell'albume e tende a spostarsi verso il basso, ossia dopo cotto il tuorlo non e' proprio nel centro.
    Fai una prova. (a me riesce una volta su tre)

    RispondiElimina
  3. Semplice ma estremamente elegante, e sicuramente buonissimo. Ecco come userò le mie cocotte la prossima volta.
    Ma che cosa hai messo stavolta dentro la pipetta? Sei come mago Merlino pochi e semplici ingredienti che per magia si trasformano in una vera delizia.
    ...Sai che mi sembra di sentirne quasi il profumo?
    Monica

    P.S. ora devi spiegare x benino come hai fatto ad infagottare così bene quelle uova in camicia!!

    RispondiElimina
  4. secondo me erano carine pure quelle tarocche...la ricetta mi piace molto, soprattuttto perchè adoro le uova in camicia e questo abbinamente è da provare subito con i tuberi che giacciono in frigo!..ma perchè nessuno mi regale le cocotte?

    RispondiElimina
  5. Mirtilla...di solito l'albume se ne va per i fatti suoi, e quel poco che resta attaccato al tuorlo non é bello liscio, ogni volta mi incazzo!!
    Corrado...ho provato anche con quelle, l'albume é vigliacco....se ne va fuori a filamenti. Quell'una volta su tre che mi innervosisce.
    Monica...nella pipetta c'é l'olio di nocciola!! c'é il trucco per farle cosí...ma volevo sentire i vostri consigli per trovare un metodo affidabile sempre
    Gió...a casa ne ho 20, di vari colori e forme...faró un cocotte-party prima o poi

    RispondiElimina
  6. Se ti puo' consolare sappi che tutti i sacri testi di cucina di cucina dicono "... ed eliminare eventuali filamenti con un coltellino affilato".
    Io aggiungo "e grazie al cz..."!!!
    Pero' la tua domanda e' molto interessante: se senti qualcosa di nuovo al riguardo per favore pubblicalo :)

    RispondiElimina
  7. Oggi mi hai fatto morir dal ridere col tuo racconto!
    mi sa tanto che tra qualche ora la pioggia arriverà anche qua:((
    ....mi avevano insegnato un metodo, movimenti tipo per fare le quenelles.. ma 'sti risultati non lì ho mai ottenuti..anzi..

    RispondiElimina
  8. A me un giorno un cuoco aveva spiegato che prima di versare l'uovo sull'acqua che deve essere bella calda ma non deve bollire, bisogna creare un vortice, mescolando con un cucchiaio di legno, nel frattempo ti sei già preparata il tuo ovetto sgusciato all'interno di un piattino o di una ciotolina, e lo versi sulla parte alta del vortice d'acqua che farà girare l'uovo su sè stesso permettendo all'albume di non disperdersi e avvolgere perfettamente il tuorlo. Io ci ho provato un paio di volte, ma credo di avere messo troppa poca acqua nella mia pentolina e così non si è creato un bel vortice...se provi poi fammi sapere.

    RispondiElimina
  9. Corrado...dopo vani tentativi di lavorare con mestoli, retine varie... In Francia ho trovato dei gusci in silicone forato e con il manico, ci rompi l'uovo dentro e lo sistemi nell'acqua e si cuoce da solo senza toccarlo mai. Ti ho detto che c'era il trucco!

    RispondiElimina
  10. Eh, ma cosi' non vale...
    Ecco come sono ottenute quelle meraviglie che si vedono sul web...

    RispondiElimina
  11. E ma allora non vale!! Il guscio di silicone!! Io ci ho provato per la prima volta qualche settimana fa, con un ardito giro di cucchiai ma niente, qualche filamento rimane comunque... pazienza, tanto erano per il pranzo dei bimbi che hanno parecchio gradito! Ciao!

    RispondiElimina
  12. Ricetta, Presentazione, ingredienti... tutto favoloso in questo post ^_^

    RispondiElimina
  13. Sabrina...anch'io "lavoravo" di cucchiai e volteggi vari nell'acqua, ma niente...
    Monica...sará anche facile cuocere un uovo in camicia....a me pare di una difficoltá insuperabile...preparo un semifreddo a 8 strati piuttosto!!!
    Corrado...altrimenti come facevo? é per questo che chiedevo lumi...perché secondo me devono venire anche senza attrezzi diabolici
    Lucia...di solito non mi preoccupo neanche io della forma non perfetta. A volte vorrei proporre le uova in camicia anche con ospiti ed allora la forma diventa importante
    Erica...grazie!!!

    RispondiElimina
  14. presentazione davvero raffinata!

    RispondiElimina
  15. ciao, ho appena scoperto il tuo blog e mi piace un sacco. Le tue ricette sono invitanti e le foto davvero ben fatte. Ti seguo!

    RispondiElimina
  16. Ciao Alex, a parte l'uovo in camicia, che anch'io faccio con vortice, cucchiaio, ansia da performance e arrabbiatura finale, le cocottine sono proprio quelle che sto cercando da tanto tanto tempo. Non è che mi sai dire dove posso trovarle?
    Ho una ricetta che sta nel cassetto da anni per mancanza di cocottina giusta! Grazie!

    RispondiElimina

Post precedenti

Graphic design by

Graphic design