Uovo alla carbonara

Uovo alla carbonara
Gli ingredienti ci sono tutti...meno la pasta. Dopo aver preparato i gusci in versione dolce qui, questa volta li ho serviti come mini-antipasto-bocconcino-amousebouche-cicchetto, insomma tutti gli appellativi vanno bene, perché si tratta di qualcosa di piccolo che non ti riempie di pane, focacce, sfoglie varie prima di cominciare seriamente a cenare. In particolare mi è piaciuto il concentrato di sapori, tipico della classica carbonara, in un involucro piccolino, che giá al suo apparire in tavola ha fatto la sua "porca" figura. La crema d'uovo, particolarmente leggera, é stata una mia reinterpretazione di una versione degustata qui. Non avendo una ricetta a disposizione ho lavorato ad "intuito".

UOVO ALLA CARBONARA
x 4 persone
4 tuorli
4-5 cucchiai d'acqua
olio extra vergine di oliva

parmigiano reggiano

sale pepe
4
fettine di guanciale


Rompere le uova con un coltellino affilato, pareggiare i lembi del guscio con una forbice (da cucina, ma piccola). Separare i tuorli dagli albumi. Questi ultimi andranno tenuti da parte per altri usi futuri. Bollire i gusci qualche minuto per sterilizzarli.
In un pentolino posto su di un bagno-maria, versare l'acqua e un goccio d'olio sopra i tuorli. Mescolare con un frustino per rendere il composto spumoso. Continuare a cuocere come si fa per una crema inglese (non superare gli 83° altrimenti l'uovo coagula) aggiungendo a filo ancora poco olio. Fuori dal fuoco aggiungere sale, pepe e il parmigiano grattugiato, e dare un'ultima "frustata" al composto.
In un padellino antiaderente cuocere il guanciale fino a renderlo croccante (deve fuoriuscire bene il suo grasso) qualche minuto per lato. Asciugare le fettine su carta cucina.
Versare la crema d'uovo all'interno dei gusci, guarnire con una fettina di guanciale e servire subito!!
Uovo alla carbonara

You Might Also Like

23 commenti

  1. è un'idea bellissima Alex!!
    infatti non ho mai adorato la tipologia di mini-antipasto-bocconcino-amousebouche-cicchetto con pane e simili.. nel senso, riempiono troppo e si sa, quando ci sono in abbondanza (anche se non mi piace mettere in tavola quantità eccessive) si mangiano senza freni. Quindi poi va a finire che si apprezza di meno il resto del pasto!

    ottima idea..

    RispondiElimina
  2. ahhhhhh alex!!!!
    senza parole..... un'idea simpatica e davvero trendy!
    ma hai una pazienza.... vengo a fare un corso da te? :-)
    buona giornata

    RispondiElimina
  3. Ma che cariniiii!!! è un antipasto delizioso ed è servito in maniera impeccabile e particolare...Complimenti..un bacio Luciana

    RispondiElimina
  4. "Reinterpretato"? Qui c'e' una mano, la tua, che non ha niente da invidiare a nessuno.
    COMPLIMENTI !!!!!

    RispondiElimina
  5. Manu...troppe frolle salate e sfoglliette varie mi cementano lo stomaco (anche se sicuramente sono facili da fare)
    Babs...i corsi sono aperti!!!
    Luciana...grazie. Ho voluto mantenere l'aspetto "rustico" servendo le uova nel loro cartone (il che risolve anche il problema della presentazione al tavolo)
    Corrado...difficile inventare qualcosa, per me (dilettante) sono spesso reinterpretazioni. Qui ha contribuito il mio palato (assaporando i cibi cerco di indovinare ingredienti, procedimenti ecc..)e l'occhio allenato (per anni mi sono occupata di moda, e lì alla prima occhiata devi capire se un capo è tagliato bene, come è tagliato ecc...)

    RispondiElimina
  6. Ci farei anche colazione!
    Davvero bella come presentazione.

    Buona giornata
    Alex

    RispondiElimina
  7. Alex...è vero...uova e pancetta come colazione...slurp!!!
    Alem...grazie, gentile come sempre!!

    RispondiElimina
  8. Davvero buona questo uovo alla carbonara... vorrei porvarlo.. bacetto

    RispondiElimina
  9. Cuocapasticciona...buono.Il gusto della classica pasta in pochi cucchiaini!!

    RispondiElimina
  10. Questa è una vera e propria prelibatezza! Bellissimo anche il modo di presentarli.
    Brava!

    Nadia - Alte Forchette -

    RispondiElimina
  11. Sarai anche dilettante ma ogni volta, reinterpretando reinterpretando, inventi qualcosa di nuovo.
    PS - bella foto, perdio. "Dilettante" anche per quella? :-))))

    RispondiElimina
  12. Un tocco di genialità per queste uova, complimenti. Max.

    RispondiElimina
  13. la presentazione è fenomenale ma anche la ricetta non è da meno, un concentrato di carbonara!

    RispondiElimina
  14. idea geniale! bellissimo blog pieno di spunti interessanti..ti seguitò

    RispondiElimina
  15. Corrado...é il "fare" che ti permette sempre di migliorare...e reinterpretare vuol dire cucinare tutti i giorni, provare, riprovare. Poi esiste il c... del principiante, che non è da sottovalutare...come la pernice rossa preparata domenica (mai cucinata una in vita mia)senza l'aiuto di qualsiasi libro o chef. Per anni ho fotografato solo per lavoro e poco per diletto...ma ora mi sto divertendo un sacco!!!
    Nadia...adoro l'arte del riciclo!!
    Max...uhhhh il tocco di genio mi piace da morire!!
    Giò...quasi una "compressione" di carbonara!! basta altrimenti mi monto la testa.
    Paolo...grazie, alla prossima allora!!

    RispondiElimina
  16. Che belle foto, bravissima! E poi... la carbonara... uno dei miei piatti preferiti.... Questi ovetti mi piacciono proprio tanto... prima o poi te li copio! Bravissima!

    RispondiElimina
  17. bellissima, divertente, equilibrata giusta anzi perfetta.
    avrei forse osato un profumo di pecorino e anche un'erbetta (timo forse?) ma si sa come tutte le cose geniali questa si presta alla discussione infinita.
    sono curiosa di capire come potrebbe continuare la carrellata dei cicchetti e il menu a seguire.

    RispondiElimina
  18. foto stupenda!
    le "uova ripiene" sono fra le cose che preferisco per le tavole di Pasqua - io però le faccio strapazzate albume compreso ...proverò la tua raffinatezza

    RispondiElimina
  19. Queste idee così carine,giuro,le vedo solo te! Ma cosa c'hai dentro a quella testa? Di sicuro qualcosa di molto diverso dalla mia :-)))

    RispondiElimina
  20. ...ottimo, lo definirei anche ''tecnico'' complimenti

    RispondiElimina
  21. Barbara...copia pure, vedrai sono facili da fare e di sicuro effetto (se hai ospiti poi, resteranno piacevolmente sorpresi)
    Enza...si, in effetti il pecorino avrebbe dato una "sferzata" di gusto. Il menu verteva sul pesce, ma sono riuscita ad inserire qualcosa di carne (non si sa mai....così accontenti tutti)
    Simona...questi non sono strapazzati, anzi devi stare attenta che la crema non "stracci"...per il resto sono facili!!
    Cucchiaiodoro...a volte mi pare di avere la testa "bacata"...è che mi piace cambiare, sperimentare ecc... altrimenti mi annoio!!
    Riccardo...grazie quel "tecnico" mi piace moltissimo!!

    RispondiElimina
  22. una cosa piccola nel senso delle dimensioni, ma geniale Alex!

    RispondiElimina

Post precedenti

Graphic design by

Graphic design