Viaggiare da sola: 2 giorni a Vienna

18 settembre 2018


Oggi Vi presento Roberta Lugli.
Sempre in cerca in nuove avventure, la voglia di viaggiare è lo sfogo naturale dei suoi desideri.
Un pò come tutti noi ha iniziato esplorando l'Italia per poi dirigersi verso altre mete al di fuori dei nostri confini.
Paesi lontAni, nuove città anche in SOLITARIA, perchè Roberta supportata dal pensiero positivo, lancia questa sfida a se stessa: la voglia di esplorare non la ferma davanti a niente e partire da sola diventa un plus del suo percorso.

Qui la sua pagina FB
e il suo profilo Instagram


Ora lascio la parola a Roberta:


Non è vero che se si è soli non si possono fare determinate esperienze come viaggiare, se non si ha nessuno che voglia unirsi a noi. Bisogna solo sapersi organizzare, e bisogna anche fare un lavoro su se stessi, perché non puoi sapere come può reagire la mente in una situazione di completa solitudine e quali emozioni possono venire a galla, anche dal passato.
Non potrai confrontarti con nessuno, non avrai una persona al tuo fianco, ma questo non significa che sarai solo/a. Potrai mandare messaggi agli amici, oppure aprire i tuoi social preferiti, ma la cosa più importante credo sia imparare a stare bene anche da soli, perché non si può sprecare tempo a correre dietro agli altri ed essere infelici per una cosa che vorresti fare, ma alla quale si rinuncia per paura della solitudine e perché l’amico di turno all’ultimo momento ti dice no.
Basta essere schiavi degli altri! Inizia a trovare la tua indipendenza, inizia anche con delle cose semplici e non magari con un mega viaggio. Qui parlo di Vienna, ma il mio primo viaggio in solitaria l’ho fatto in Italia.


Si può visitare Vienna da sole? La risposta è sì.
Vi voglio spiegare il perchè:
Vienna è bellissima sia di giorno che di sera, la città è sicura se non al 100% direi quasi.
Non consiglio mai di girare sole di notte, ma questo vale per qualsiasi città sia in Italia che all'estero.
Nell'immaginario Vienna è la città dei grandi balli, del valzer e quindi anche della Principessa Sissi, l'atmosfera magica si respira ancora e molte cose ci riportano agli sfarzi di corte.
Sono arrivata a Vienna in pieno inverno, freddo quanto basta (-10° di media) ma non ha frenato la mia curiosità di scoprire questa città.
Sono partita zaino in spalla e passo deciso, un ontheroad metropolitano con sosta in hotel solo una notte (cercando in rete si trovano tantissime offerte per tutte le tasche)
Arrivata al mattino presto (6:30) ho scelto l'autobus come mezzo di trasporto anche se il viaggio è stato un pò lungo, poi sono stata ripagata dalle mille cos da vedere e da fare.
Al box informazioni dell'autostazione gentilmente mi è stata offerta la pianta della città con indicate tutte le linee metopolitane: utilissima!
Consiglio di fare subito la Wien Card da 24 o 48 ore (dipende dalla permanenza) che permette di risparmiare tempo e denaro-
Molto utile anche la Card dei Musei se come me in due giorni volete visitarli tutti. 
Qui tutte le info 

E ora una full immersion nella Vienna dell'arte e della storia:


Castello di Schoenbrunn
E' il sito che richiede una visita più lunga date le dimensioni e la storia che racchiude.
Imponenete come solo un castello imperiale può essere: stanze finemente arredate e decorate con affreschi anche sul soffitto.
Il tour vi accompagnerà tra un salone e l'altro ma non dimenticate il giardino che d'estate
tutto fiorito sarà un trionfo di colori, in inverno però con tutte le fotane ghiacciate si è creato uno spettacolo unico.
Ho imparato che ogni stagione ha le sue bellezze!
Terminata la visita al Castello, si prosegue verso il 

Museo di Sissi
Per chi vive di romanticismo vedere esposti alcuni suoi abiti, la cabina del treno sul quale viaggiava, il bagno ed i suoi rituali di bellezza non possono che non creare emozione.
Ben raccontata anche la storia che ha vissuto, che non è proprio esattamente quella rappresentata nei film a lei dedicati.
Finita la visita di questo museo si può proseguire per visitare la Serra delle Farfalle (non è sempre aperta, quindi meglio controllare nel sito)

Prossima tappa:
Castello del Belvedere 

Costruito come residenza estiva del Principe Eugenio di Savoia è composto da due palazzi uniti tra loro da un giardino alla francese. 
La facciata è imponente mentre i suoi interni sono abbastanza deludenti non mostrando decorazioni sontuose a parte la cappella, la hall e il Salone di Marmola.
Per gli amanti di collezioni d'arte è il luogo perfetto per ammirare il famoso Bacio di Klimt, l'Abbraccio di Schiele e opere Vincent Van Gogh, Monet e Kokoschka.


Prossimo articolo:
Stephansdom, Sachertorte, Prater e quello che si può vedere passeggiando per Vienna...
Stay tuned!

Coordinate:
Castello di Schoenbrunn: Metro  U4 direzione Hutteldorf
Museo di Sissi: dal castello di Schoenbrunn prendere la Metro direzione Heiligenstadt e scendere a Karlsplatz, cambiare metro e prendere la linea rossa U1, scendere a Stephanplatz e a piedi raggiungere il museo di Sissi.
Castello Belvedere: Metro linea U1 fermata Suedtirolerplatz

Questo viaggio a Vienna è stato un pò ON THE ROAD, quindi zaino in spalla e via.
Tutto l'essenziale deve stare nello zaino e se si parte da soli bisogna avere tutto con sè e non dimenticare nulla ecco perchè ho voluto creare una guida gratuita per i viaggiatori alla loro prima esperienza partendo dalla scelta dello zaino, da quale scegliere per ogni esigenza e viaggio.
La guida informa su come scegliere l'hotel nel modo giusto e risparmiando, ma non solo, una lista di cose che non puoi assolutamente dimenticare a casa e qualche idea di abbigliamento che è utile avere con sè.
Oltre alle info utili ci saranno approfondimenti sul pensiero positivo che è nascosto in ognuno di noi.

SCARICA LA GUIDA GRATUITA ORA!

3 commenti:

  1. Non riuscirei a fare un viaggio on the road sono più il tipo da b&b e spa ahahha Comunque deve essere stata una bella esperienza

    RispondiElimina
  2. Ho avuto modo di visitare Vienna ed è stata una piacevolissima scoperta; sopratutto nel periodo natalizio diventa magica con tutte le decorazioni e i mercatini di natale!

    RispondiElimina
  3. È una delle mete che ho in mente da un sacco di tempo, mi piacerebbe tantissimo visitarla d’inverno.

    RispondiElimina

Ti ricordo che se commenti con un account registrato ACCONSENTI a pubblicare il link al tuo profilo tra i commenti. Prima di commentare consulta la PRIVACY POLICY per ulteriori informazioni.