Cake (piatto) pistacchio e gelatina di mele cotogne

Mi girava in testa giá da qualche tempo l'idea di fare un cake che restasse piatto, che lievitasse, che alla fine risultasse soffice e fresco al punto giusto, che in cottura non si azzardasse a crepare a caso. Si, ma come procedere? Dopo aver visto una foto nel libro PH10 di Pierre Hermé  (un cake al pistacchio decorato con gelatina di lampone) ho provato a replicare (almeno nell'estetica) mixando piú ricette. Non so come mai non abbia crepato e sia rimasto liscio, in fondo la tecnica usata é sempre quella, che sia dipeso dallo stampo stretto e lungo? mah
Tocco finale: devo ringraziare Sandra per la gelatina di mele cotogne che é stata la "ciliegina" sulla torta, ottima in abbinamento ai pistacchi e giustissima nella consistenza.

CAKE (piatto) PISTACCHI E GELATINA DI MELE COTOGNE

60 gr. di burro morbido
40 gr. di burro d'olio (qui la ricetta)
145 gr. zucchero a velo
115 gr. uova intere (tuorli e albumi mescolati con un frustino)
125 gr. farina
50 gr. pasta di pistacchio
40 gr. farina di mandorle bianche
4 gr. lievito per dolci
30 gr. di polvere di pistacchi
gelatina di mela cotogna

In planetaria montare burro e zucchero fino a rendere il composto spumoso. In una ciotola mescolare con un frustino tuorli e albumi, aggiungere la pasta di pistacchio e la farina di mandorle e aggiungere a filo al composto burro-zucchero sempre montando in planetaria. Per ultimo incorporare la farina setacciata con il lievito. Lasciar riposare in frigorifero qualche ora. 
Versare in uno stampo stretto e lungo e cuocere a  170° per 45 minuti.
Controllare la cottura inserendo la sonda del termometro nel cuore del cake che indicherá 90/92°.
Sformare il cake e decorare.
Ridurre a polvere i 30 gr. di pistacchi e spolverizzare la superficie. Tagliare la gelatina e sistemarla sul cake.
Cake pistacchi e cotognata




You Might Also Like

14 commenti

  1. delizioso il cake e fantastica la gelatina

    RispondiElimina
  2. una bella idea, originalissima. D'effetto. Ma com'è che è rimasto piatto? Nel senso, non si alza?

    RispondiElimina
  3. Spettaccoloso!!
    lo avevo visto su Flickr e aspettavo la ricetta :)
    Un abbraccio Alex, meno 1!

    RispondiElimina
  4. mi ha incuriosito subito dalla foto,mi ha incuriosita subito per le gelatine,che amo,mi ha talmente incuriosita che ora mi segno la ricetta!
    baci!

    RispondiElimina
  5. Scusa Alex...ma è così bello questo cake...che per me va bene così...senza crepe...buona giornata, baci , Flavia

    RispondiElimina
  6. Che spettacolo, anche per gli occhi!

    Lo assaggerei molto volentieri!

    Non vado matta per pistacchi, ma assaggio sempre tutto a prescindere...
    Ma di sicuro la gelatina mi piacerebba da matti! ^^

    Un bacione, Alex!
    Babi

    RispondiElimina
  7. particolarissima la ricetta e l'impanatura :)

    RispondiElimina
  8. Adoro i dolci con la frutta secca e questo con il gusto predominante del pistacchio è ottimo!!! perfetto i tocco finale della gelatina...
    P.S.: è vero nemmeno un crepa :)

    RispondiElimina
  9. Che buoni i dolci con la frutta ...e quest oè fenomenale! Ed è pure bello da vedere! E quel tocco di gelatina lo rende ancor più goloso! Ps: vorrei invitarti a partecipare al mio contest natalizio...vieni a vedere di hce si tratta! mi farebbe molto piacere!

    RispondiElimina
  10. Maia...grazie
    Manu..proprio ieri Gianluca Fusto ha sfornato dei cake piatti!!! una meraviglia...soffici e lievitati al punto giusto...ma senza crepe!!!
    Sandra...la tua gelatina di cotogne é stata una "chicca"...grazie cara
    Luby...sospetto che sia rimasto piatto causa lo stampo, credo che con un normale stampo da cake si apra un pó in giro...
    Elisa...é proprio senza crepe che lo volevo!!!
    Barbara...il prossimo sará alle nocciole...lo pregusto giá
    Mirtilla...hai ragione é proprio un'impanatura!!
    Luciana...il pistacchio mi piace davvero alla follia, anche con una gelatina di lamponi lo vedo proprio bene

    RispondiElimina
  11. Puoi darmi la spigazione del "burro olio" perfavore? non mi funziona il link!
    Comunque complimenti, blog geniale!!!!

    RispondiElimina
  12. Per me pistacchio è uguale a libidine. E questo cake sembra assolutamente libidinoso, così basso... immagino la consistenza, quanto dev'essere avvolgente...
    Ricetta come sempre ricercata e particolare, grazie!
    A presto,
    Agnese

    http://foooodtherapy.blogspot.com/

    RispondiElimina
  13. Nicoletta...ho corretto l'accesso al link. In ogni caso il burro d'olio é una semplice mix tra olio extravergine di oliva (o altro olio vegetale ad es. olio di riso) e burro di cacao.Quello usato da me diventa burro, lavorando semplicemente sulle temperature. Prima vanno sciolti i due prodotti insieme (100 gr. di olio 50 gr. di burro di cacao)poi la miscela va in congelatore, poi si ammorbidisce in frigo.
    Agnese...mi é piaciuto perché soffice e lievitato al punto giusto. Credo proprio che lo stampo abbia contribuito a regalare questa forma.

    RispondiElimina
  14. Eccolo qua, me ne avevi parlato mercoledì e non potevo non venire a vederlo! Molto particolare questo cake senza crepe, devo decidermi a provarlo il tuo metodo. E le gelatine di Sandra? Spettacolari, me n'è rimasta una solo purtroppo ;)

    RispondiElimina

Post precedenti

Graphic design by

Graphic design