Pancakes per la colazione (ma non solo)



Sono  appassionata di viaggi ed esploratrice di cose belle e buone, ecco perchè oggi vi voglio parlare dei Pancake come simbolo di un viaggio on the road attraverso gli States.
Quante volte li abbiamo visti irrorati di sciroppo d'acero e accompagnati da tazzoni di caffè nei film e telefilm americani?
Rimanevo sempre affascinata da quelle stazioni di servizio nel bel mezzo del nulla delle autostrade che correvano su pianure e praterie, pompe di benzina, un piccolo dinner's dove venivano serviti pasti veloci, o le colazioni al bancone dopo una notte trascorsa nel motel adiacente (quei motel con stanze dall'arredamento minimale e decorate spesso con copriletti a fiori giganti rossi o arancio e la TV a monetine)
La curiosità cresceva nel vedere luoghi così inusuali e colazioni così diverse dal classico caffelatte con biscotti all'italiana.
La popolarità attraverso il cinema ha portato queste frittelle fino a noi.

Così come nei film così possiamo fare anche a casa e immergerci in un angolo d'America durante la colazione del mattino, ad un brunch domenicale o per una merenda/spuntino durante la giornata.

I pancakes sono morbidi e dorati, assomigliano alle crepes francesi ma sono più spessi, soffici e sono uno dei simboli più importanti delle colazioni d'oltreoceano. 


La loro origine pare risalga alla notte dei tempi: nell'antica Grecia e nell'antica Roma già venivano consumate delle frittelle simili. In tempi recenti la famosa ricetta dei pancakes viene attribuita all'Olanda e ai pofferties che a differenza delle versioni antiche si arricchisce di agenti lievitanti.
La particolarità dei pancakes è che devono essere cotti e consumati al momento e ancora caldi e fragranti, cuocerli con molto anticipo si rischia di perdere quella sofficità così caratteristica.
Molto ricchi di proteine e carboidrati ci permettono di cominciare la giornata alla grande con una bella sferzata di energi ci sentiremo come dei campioni pronti ad affrontare gli impegni e lo stress di una gornata lavorativa.

Ma vediamo ora la ricetta, che ho interpretato a modo mio sostituendo il latte e il burro con la panna. Alla fine risultano ancora più soffici e morbidi. Una delizia! 

Ingredienti per 8 pancakes (per 4 persone)

280 gr. di farina 00
3 uova intere
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di sale
400 gr. di panna fresca
100 gr. di acqua
8 gr. di lievito per dolci
Olio di semi per la padella

Per completare, a scelta tra:

sciroppo d'acero
frutta fresca
confetture
crema al cioccolato

Procedimento e cottura dei pancakes

In una terrina versate la farina setacciata con il lievito (così il lievito si distribuisce meglio) lo zucchero e il sale.
Formate una cavità al centro ed aggiungete la panna, l'acqua e le uova intere.
Mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo.
Ungete con dell'olio una padella antiaderente, scaldatela e versate un mestolino di composto.

Cuocete 2-3 minuti fino a che sulla superficie non si formeranno delle bollicine.
Girate il pancake con una spatola e fatelo dorare dall'altro lato.
Continute con lo stesso procedimento fino ad esaurimento della pastella.
Serviteli subito ben caldi con la farcitura che meglio preferite.
Non dimenticate un bel tazzone di caffè fumante!

Per la versione salata basterà eliminare lo zucchero e aggiungere un pò di pepe nero macinato.
Se la vostra idea è quella di servirli come merenda o come aperitivo, cuocete solo qualche cucchiaio di pastella così da formare dei dischetti (da farcire con salmone,
formaggi o salumi) così da essere consumati in un sol boccone.
In questo caso al posto del classico caffè, accompagnate i mini pancakes con dei succhi di frutta, birra o un bicchiere di vino bianco fresco.

Enjoy

You Might Also Like

0 commenti

Ti ricordo che se commenti con un account registrato ACCONSENTI a pubblicare il link al tuo profilo tra i commenti. Prima di commentare consulta la PRIVACY POLICY per ulteriori informazioni.

Post precedenti

Graphic design by

Graphic design