Bigoi con ragù d'oca


Anche quest'anno sono riuscita a rimanere fedele alla tradizione. Proprio i questi giorni ricorre la festa di San Martino che qui nel Veneto in molte città e paesi è abbinata a varie tradizioni culinarie: il dolce di pasta frolla dedicato ai bambini che prende la forma del santo a cavallo intento a dividere in due il suo mantello, e l'oca per tutti gli altri, declinata in varie ricette: dal rotolo ripieno al forno, al paté di carne e frattaglie, e al ragù che secondo me per golosità batte tutti.
Prima di scrivere la ricetta voglio ricordare la Sagra di Martino di Mirano e del famoso gioco dell'Oca che si svolge in piazza il 12 e il 13 novembre. Altre notizie le avevo scritte QUI.

Ma veniamo alla ricetta :
  


BIGOI CON RAGU' D'OCA

per 4 persone

400 gr. di carne d'oca (coscia, petto ecc... ma con la sua pelle!)
1 spicchio d'aglio
1 carota
1/2 cipolla
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
4-5 bacche di ginepro
1 bicchiere di vino rosso
olio extra vergine di oliva
2 mestoli di brodo (di pollo o vegetale)
sale
pepe
In una pentola sistemare la carne dell'oca dal lato della pelle, rosolarla qualche minuto e poi aggiungere tutte le verdure tritate, il concentrato di pomodoro, il vino, il brodo, le bacche di ginepro, pepe e sale. Cuocere a fuoco dolce per circa un'ora e mezza. 
A cottura ultimata prelevare la carne, eliminare la pelle, e tritarla a coltello finemente.
Filtrare il sugo con una spatola ridurre a crema le verdure premendo bene sul colino cinese (o un passino a griglia fine).
Rimettere in una padella la carne, il fondo di cottura filtrato con le verdure e un giro di olio extra vergine di oliva.
Aggiustare di pepe e sale.
Cuocere i bigoi al dente (o spaghettoni) e scolarli direttamente sul ragù d'oca.
Condire bene i bigoi e completare con altro pepe macinato al momento e parmigiano reggiano prima di servire.
 

You Might Also Like

0 commenti

Post precedenti

Graphic design by

Graphic design