Manca poco: Identità Golose 2014





Ancora pochi giorni e poi finalmente avrà inizio la kermesse di alta gastronomia giunta alla decima edizione: 
Identità Golose

Come sempre il programma é ampio ed articolato che bisognerebbe sdoppiarsi o triplicarsi per poter seguire ogni cosa.
Molti laboratori di approfondimento, per un contatto più intimo e diretto con chef e relatori, faranno da cornice agli interventi in sala Auditorium.

Sarà anche l'occasione di incontrare cari amici su e fuori dal palco: chef, pizzaioli, produttori, pasticceri, persone che hanno incrociato il mio lavoro, la mia vita, il mio divertimento, belle cene e  importanti corsi professionali. 
Poco interessata alle acrobazie culinarie, ma più alla sostanza dove per sostanza intendo una cucina intelligente o come detta il tema di quest'anno: Una golosa intelligenza, che per me significa rispetto del territorio, alimenti naturali, manipolazioni scarne ed esaltazioni dei sapori originari. Sono fermamente convinta che il sapore é il fine nobile del verbo mangiare, dove la gradevolezza visiva, purezza e geometria nelle forme hanno un valore assoluto se poi il fine ultimo é il gusto buono. 

Ignoro le mode del momento e applaudo al concetto di creatività, sostenibilità e gusto.

Per chi come me ama la cucina, provare, assaggiare, cucinare, sperimentare, scoprire e stupirsi,  é  fondamentale investire in esprienze positive, ma non solo, serve anche  studiare, frequentare corsi, leggere ma anche fare un salto a Milano in questi tre giorni:  é un tassello da aggiungere al proprio percorso.
Grazie agli chef, cuochi, pasticceri in questi anni presenti a Identità, abbiamo  varcato porte che mai avremmo oltrepassato prima,  prima,  quando l'atto di recarsi al ristorante era frutto di scelte dettate dall'appartenenza ad un ceto, o semplicemente perché "esserci" era considerato uno status sociale. 
Non solo applaudire i migliori quindi, non lasciarsi incantare da ostentazione di stile, non considerare i "grandi" come dei guru rock-star attorniati da goupies urlanti, ma sfruttare questo congresso per fare un passo avanti, accendere la curiosità, di andare al ristorante, a casa loro, nella crime-scene dei loro atti gastronomici.



Ma sarà anche motivo per dare spazio al nuovo: ascoltare e vedere all'opera Quique Dacosta come divulgatore "informato sui fatti"   rivedere Loretta Fanella dopo i suoi corsi di pasticceria (un incanto per sensibilità e leggerezza)



Rodrigo Oliveira dal Brasile (già mi era piaciuto Alex Atala, lui e i suoi piatti assaggiati di nascosto)
Gaston Acurio dal Perù (la lezione sulla sua cucina perfettamente immedesimata nel territorio cui appartiene  mi aveva entusiasmato 2 anni fa)






Massimiliano e Raffaele Alajmo
e la presentazione del libro Fluidità (già nelle mie mani da 3 mesi, e bella sorpresa trovare le ricette dei piatti gustati alle Calandre negli ultimi anni) 
Un libro da tenere tra i libri d'arte, non come feticcio estetico ma come esempio vivace ed emozionante del loro modo di vedere e di rileggere la cucina, pagine che scorrono con la forza magnetica di un fluido benefico. Forme e colori che si espandono con estrema lucidità.


Beniamino Bilali il mago del lievito, delle lente lievitazioni, maestro e grande divulgatore dell'arte della pizza.






Gli approfondimenti su birra e acqua con Scarello, Cedroni, Fusto e Dacosta: che poker!!



Non posso trascurare Mauro Uliassi (ed il ricordo di una cena di mare perfetta)
La conoscenza del prodotto e la natura che lo circonda
 te la ritrovi nel piatto.





Antonia Klugmann da poco giunta in quel di Venissa che ci parlerà della pasta in laguna: alimento che incarna il food-design italiano per eccellenza declinandosi in mille forme, varie e variabili da nord a sud, ognuna con un suo carattere peculiare.Ristorante Venissa

la cucina thailandese (che non conosco)

e Dossier Dessert con Gianluca Fusto (mio sommo maestro) e Corrado Assenza.

E poi non sai mai chi potresti incontrare:)









Il programma completo é qui  sul sito di Identità Golose, dove si possono trovare inoltre le schede per ogni professionista partecipante.

You Might Also Like

3 commenti

  1. La ringrazio molto per tutte le ore piacevoli che ci fornite.
    E 'molto gentile da parte tua
    amichevole
    voyance gratuite amour
    voyance gratuite par email

    RispondiElimina
  2. Hola!
    Su blog es muy interesante; y
    se ve bien todo lo que es bueno gracias!
    voyance gratuite par mail

    RispondiElimina

Post precedenti

Graphic design by

Graphic design