Spaghetti neri con sardine marinate

IMG_2433


E continua il tormentone "puntarelle" ... e ancora in un primo piatto.
Una pasta in questo caso: un ottimo spaghetto al nero di seppia del Pastificio Felicetti (dove oltre al nero nell'impasto è previsto anche del succo di limone...e niente altro!) con delle sardine marinate alla "Berton" del Trussardi alla Scala.
Lo chef ha utilizzato degli spaghetti alla chitarra e un pesto di broccolo...ho mescolato un pò le "carte" e al posto del broccolo ho utilizzato ancora le puntarelle, le foglie verdi questa volta, per un pesto insolito, leggermente pungente, ideale secondo me, in abbinata con le sardine.
La stagionalità direi che è rispettata...e oltre che guadagnarne il portafogli ( ma comprereste ora zucchine, peperoni & co?) il sapore finale di questa pasta non ha sortito l'effetto "nostalgia dell'estate" : è fresco e aromatico a puntino.
Ecco la ricetta:

SPAGHETTI con SARDINE MARINATE e PESTO DI PUNTARELLE

x 2 persone
180 gr. di spaghetti

x le sardine marinate
8 sardine
olio extra vergine di oliva
sale, pepe
succo di limone
1 cucchiaino di aceto di vino bianco (mia variante)
1 spicchio d'aglio

x il pesto alle puntarelle (catalogna)
100 gr. di foglie di catalogna
1 spicchio d'aglio
sale, pepe
olio extra vergine di oliva
1 cucchiaio d'acqua

x le briciole croccanti
2 fette di pane bianco raffermo
2 fettine di aglio tritato
1 cucchiaio d'olio extra vergine di oliva
2 mandorle pelate e tritate finemente
sale, pepe
 IMG_2434

Eviscerare e diliscare le sardine e ricavarne dei filetti. Farli marinare per una notte con uno spicchio d'aglio tagliato a fettine sottili, succo di limone, un cucchiaio di aceto, un filo d'olio e poco sale e pepe.

Sbollentare le foglie di catalogna, scolarle, sciacquarle in acqua fredda e strizzarle. Cuocerle pochi minuti in padella con aglio e olio di oliva. Passare il tutto al mixer aggiungendo a filo l'olio ed un cucchiaio d' acqua. Alla fine, ottenuta una consistenza cremosa, regolare di sale e pepe.

Frullare grossolanamente  il pane raffermo. Ripassarlo in padella "a secco" pochi secondi e fino a raggiungere una colorazione nocciola (attenzione a non bruciare tutto) rigirare con un mestolo di legno ed aggiungere un cucchiaio d'olio, l'aglio, il sale ed il pepe.

In una padella scaldare brevemente dell'olio extra vergine di oliva, spegnere il fuoco ed adagiare i filetti di sardina marinati. Scolare la pasta al dente e versarla nella padella. Condire amalgamando bene gli ingredienti.
Nei piatti da portata sistemare a specchio il pesto di catalogna, adagiarvisi gli spaghetti e completare con le briciole croccanti. Facoltativo, ma consigliato, terminare con una grattatina di buccia di limone.


You Might Also Like

12 commenti

  1. il pesto di puntarelle deve essere una cosa buonissima, a me piacciono un sacco. Copio e incollo e vado dall'ortolano ; )

    RispondiElimina
  2. Mò mi metti in crisi, lo sai che io sono più vicina a Roma ma le puntarelle mai viste?
    Le ho mangiate a Roma e le adoro, ma mi sa che devo imparare a "ricaparle" dala catalogna altrimenti...buone!

    RispondiElimina
  3. Per chi fosse a caccia di puntarelle posso distribuirle io a piene mani....oppure potete venire a prendervele voi....l'orto ne è pieno!!!
    Un'idea in più da testare al più presto!

    RispondiElimina
  4. Mi piace un sacco questa pasta, in particolare il pesto di puntarelle!! La copio!

    RispondiElimina
  5. Mi piace un sacco il piatto, l'amalgama di sapori, la presentazione superba...davvero tanti complimenti cara.

    RispondiElimina
  6. Sere...è davvero buono, leggermente piccantino mmmm
    Ady...Qui trovo la catalogna intera con i germogli all'interno...poi devo "ricapare" a mano
    Fabiana...beata te che le hai nell'orto!! Per fortuna in stagione le trovo anche dalle mie parti:)
    FrancieVale...buono buono, vedrai
    Barbara...grazie, sei gentilissima. E' un piatto che ripeterò più spesso, è piaciuto davvero molto!!

    RispondiElimina
  7. CIAO!...ho scoperto il tuo blog solo pochi giorni fà...e sono rimasta incantata! BRAVISSIMA! Volevo sapere se il tuo reportage di dicembre sul panettone ha "prodotto" qualche ricetta...lo so NATALE è passato, ma mi hai fatto venire una voglia......
    CIAO ELI!

    RispondiElimina
  8. Eli...la ricetta è uguale a quella delle colombe che avevo pubblicato l'anno scorso
    http://www.ombranelportico.com/2011/04/i-mondiali-del-fai-da-te-le-colombe.html

    RispondiElimina
  9. un piatto allo iodio puro!!! se ti va dai un occhio a questo contest fatto per aiutare i 4 zampe??? grazie
    http://galline2ndlife.blogspot.com/2012/01/contest-bau-miao.html

    RispondiElimina
  10. Lo...grazie, vengo a vedere!!

    RispondiElimina
  11. Mi piace molto la presentazione: molto simpatica! E questa pasta deve essere proprio buona: sapida, pungente ma equilibrata. Appuntare!

    Nadia - Alte Forchette -

    RispondiElimina
  12. Nadia...grazie davvero!! La pasta è stata promossa da tutti a pieni voti, e questo mi fa tanto piacere:))

    RispondiElimina

Post precedenti

Graphic design by

Graphic design