La focaccia di Isabella

La focaccia pugliese di Isabella

Anche i ricordi non miei possono trovare destinazione in una semplice focaccia.
Ed ecco che un libricino zeppo di ricette di casa, di segni tramandati, di appunti regalati diventa essenziale quando, nonostante il caldo e la poca propensione ad accendere il forno, mi assale il desiderio di lavorare con farine, lievito, acqua e sale. Non serve altro per ricreare la magia della sofficitá che diventa realtá.
Ancora calda, durante gli anni trascorsi in Puglia, era la merenda (ma non solo) di mio marito: tagliata a metá e farcita con salumi o formaggi: stellare!!!
La ricetta cosí come la signora Isabella pugliese doc,  l'ha dettata a mia suocera, la riporto qui, unica mia variante: le farine

Cosa mi piace di questa focaccia? Non contiene né olio né altri grassi nell'impasto. È come un buon pane, semplice ma morbido (e si mantiene anche) buona in purezza, ottima se farcita!!

FOCACCIA PUGLIESE ( di Isabella)

1 kg. di farina 00 ( mia variante Petra 1 gr. 500 - Petra 3 gr. 500)
400 gr. di patate lessate e schiacciate
50 gr. lievito di birra
1 cucchiaio di sale
pomodorini
origano
olio per ungere le teglie e la superficie delle focacce
La focaccia pugliese di Isabella
Sul piano di lavoro versare a fontana la farina e le patate schiacciate, formare un incavo nel centro ed aggiungere il lievito di birra sciolto in acqua tiepida. Impastare. (Non volendo impastare a mano, versare il tutto nell'impastatrice e con il gancio amalgamare bene) Alla fine aggiungere il sale sciolto in acqua tiepida, ed impastare ancora qualche minuto.
P.s. Non ho avuto le dosi precise dell'acqua necessaria: se quella usata per sciogliere il lievito e quella per il sale non saranno sufficienti per ottenere un impasto morbido, aggiungerne ancora un pó).
Fare lievitare almeno tre ore in luogo tiepido, coprendo l'impasto con un telo.
Quando la superficie presenterá delle piccole crepe, l'impasto sará pronto per essere re-impastato brevemente a mano (un paio di giri) e pezzato nelle forme desiderate (ho preparato 4 tortiere in alluminio del diametro di 22 cm)
Ungere le teglie, sistemare delicatamente gli impasti, aggiungere dei pomodorini premendo leggermente sulla superficie. Lasciar lievitare ancora (un'ora circa)
Ungere leggermente la superficie ed infornare a 200° per 20 minuti.

P.s. Lo scorso settembre da Foggia a Brindisi non ho saputo resistere a "spararmi" delle belle fette di focaccia: a volte piú alta, altre piú bassa, con o senza patate....ma sempre, sempre morbidissime!!

You Might Also Like

6 commenti

  1. Alex, che velocità hai usato con le patate nell'impastatrice?
    Grazie

    RispondiElimina
  2. Fabiola...ho impastato a mano. Ho azionato l'impastatrice a bassa velocitá solo per amalgamare il sale sciolto nell'acqua tiepida. Se impasti troppo energicamente le patate tendono a diventare collose!!
    è di una facilitá disarmante...

    RispondiElimina
  3. che buona deve essere...domani sera,se il caldo non è troppo, la preparo
    p.s.:complimenti per il tuo blog è molto bello...da oggi sarò tra i tuoi sostenitori e ti seguirò...passa da me se ti fa piacere

    RispondiElimina
  4. questa focaccia è molto stuzzicante

    RispondiElimina
  5. Ah ecco, mi sembrava strano! dal testo della ricetta sembrava invece che si potesse mettere tutto insieme appassionatamente nell'impastatrice. Francamente non l'avrei mai fatto. Grazie e buone vacanze. Ci risentiamo a settembre. Un caro saluto anche a Paolo

    RispondiElimina
  6. La voglio provare subito, come faccio?

    RispondiElimina

Post precedenti

Graphic design by

Graphic design