Piccoli aperitivi tra amici



Sabato sera abbiamo improvvisato una cena a casa nostra. Occasioni particolari forse non ne avevamo, se non l’esigenza di rasserenare un periodo per tutti noi un po’così… altalenante sotto vari punti di vista. E riunirsi intorno ad un tavolo per “spizzicare” piccole cose, senza formalismi, senza canoni prestabiliti, è stato per tutti un momento di leggerezza e di condivisione.

All’arrivo degli ospiti sul tavolo avevo preparato due “giochini”, giusto per iniziare:
MINI COPPETTE CON CREMA DI PEPERONI:
X la pate à patè di Fabio Tacchella (600 gr.)
100 gr. burro
75 gr. fecola di patate o maizena
1,5 cl. di olio evo
1 uovo piccolo
250 gr. farina 00
0.5 cl. di acqua
8 gr. sale
Ammorbidire il burro, unire l'uovo, l'olio e la fecola. Mescolare bene. Aggiungere la farina ed il sale. Ammorbidire con acqua. (si otterrà una consistenza simile alla frolla)
Preparare dei fogli di pellicola stesi sul piano di lavoro, spolverizzarli con semi di papavero o erbe aromatiche, paprika ecc. Dividere la pasta in base agli aromi scelti, formare dei cilindri ed arrotolarli sopra la pellicola, in modo che in superficie si attacchino gli aromi. Sigillare bene la pellicola attorno il cilindro di pasta e con l'aiuto di una spatola per dolci o un grande coltello premere lungo le pareti per conferire una forma piramidale. Sistemare in frigo almeno 30 minuti prima di usala.
Tagliare a fettina la pasta. Sistemare ogni fetta su uno stampo in silicone per praline mignon rovesciato (quindi non dentro gli incavi, ma fuori sopra le coppette). Cuocere in forno a 180° per 7/8 minuti. Per l'effetto del calore e la "spinta" delle coppette, le fettine si piegheranno a formare delle mini coppette. Farcire a piacere.
Conservate in un contenitore ermetico durano molti giorni: queste infatti erano state preparate 10 giorni fa...e ne ho ancora una bella scorta!!
Ho farcito con: peperoni gialli cotti in padella con poco aglio, olio, basilico e pinoli. Ho frullato grossolanamente il tutto, aggiunto un cucchiaio di pecorino fresco e decorato con fiori di cappero.
Crema di mordadella, pistacchi e pomodori secchi.
Crema di salame piccante e robiola.
SPRITZ SOLIDO

il nostro classico aperitivo "plebeo" (come amo definire io prezzo base 1,50€, più "nobile" magari preparato con prosecco può costare 2€) nato dalla dominazione austriaca in terra veneta.

X lo spritz:

1 arancia
1 pizzico di IotaScorzetta d’arancia
4 olive
1 cucchiaino di zucchero
250ml di spritz
(vino bianco- acqua tonica-select o aperol o campari)
0,6 gr. di agar-agar
Spremere l’arancia e filtrare il succo. Aggiungere un cucchiaino di zucchero e mescolare bene per scioglierlo. Aggiungere un pizzico di Iota e portare a bollore. Con il liquido ancora caldo nappare il fondo di alcuni cucchiai da finger-food ( o anche mini-coppette). Tenere da parte.
Preparare lo spritz secondo i propri gusti (io ho usato il Select che è un liquore tipico a Venezia, una via di mezzo tra l’Aperol e il Campari, quasi introvabile fuori città, imperdibile per preparare lo spritz del “gondoliere” come lo chiamo io) miscelando in una caraffa vino bianco ( o prosecco), acqua tonica e Select. Aggiungere a freddo l’agar agar e portare a bollore. Trasferire l’aperitivo in un contenitore e aspettare la gelificazione (anche fuori dal frigo addensa in tempi brevi 10/15 minuti)
Tagliare lo spritz solido all’interno del contenitore, e con l’aiuto di un coltellino prelevare i cubetti che andranno sistemati sopra i cucchiai contenenti la gelatina di arancia (che rimane “tremula” assolutamente non gommosa…si scioglie in bocca) Decorare ogni cucchiaio con fili di buccia d’arancia e olive a pezzetti. Sistemare i cucchiai in frigorifero per servirli poi ben freddi.

"RINGO" DI PARMIGIANO




Variante personale dei “Baci” di Fabio Tacchella, vero mago dei buffet (lui usa Grana e Monte Veronese…io “solo” parmigiano…)
Li faccio e li rifaccio continuamente perchè sono veloci, piacciono sempre ed io li trovo anche originali!!

120 gr. parmigiano grattugiato
½ cucchiaino di cacao in polvere
1 caprino o un cubetto di robiola
Aromi o spezie a piacere (basilico, timo, zafferano, limone ecc…)
Sale, pepe

Dividere in due il parmigiano grattugiato, ad una metà aggiungere la polvere di cacao e mescolare bene. Riempire degli stampini in silicone per praline tonde basse con i due parmigiani, e cuocere in microonde a piena potenza.
In una ciotola aromatizzare il caprino (o la robiola) con l’aroma prescelto, aggiustare di sale e pepe.
Accoppiare i due dischi di parmigiano legandoli con la crema di caprino.

You Might Also Like

27 commenti

  1. ciao! e' la prima volta che passo nel tuo blog...complimenti per le tue sosfisticate ricette...i tuoi piatti sono davvero bellissimi...e sicuramente anche ottimi!

    Roby

    RispondiElimina
  2. Ciao Alex..io invece passo sempre di qua...e ogni volta mi incanto...stavolta ancora di più...
    un caro saluto

    RispondiElimina
  3. Roby...grazie della visita!!!sei molto gentile..
    Sabrina...non sono grandi cose....diciamo che mi sono soprattutto divertita a prepararle
    Silvanausa...non farmi arrossire!!!

    RispondiElimina
  4. io mi dico...... ma dove te le inventi???? mica ti alzi così la mattina???? :-)
    ma che bello questo aperitivo!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. Cha carini, proprio tutti.
    Dopo cinque anni passati a Treviso però non posso che essere incredibilmente affascinata da quello spritz solido. Bellissimo.

    RispondiElimina
  6. Babs...spesso mi alzo con il piede sinistro...
    Mariù...dai, davvero? ci sono spesso a Treviso...ha un suo bel fascino...

    RispondiElimina
  7. e brava Alex, questi te li copio tutti!

    RispondiElimina
  8. Marta...tutti?...hai un buffet in vista?...sono veloci anche per un aperitivo last-minute...

    RispondiElimina
  9. Ciao Alex!
    Piccoli aperitivi tra amici dici!?

    .. scusa, ma io li chiamerei piuttosto.. piccole perle tra amici.
    Una favola.. !

    RispondiElimina
  10. semplicemente fantastici!!ma quelle fogioline in sottofondo nella prima foto cosa sono??

    RispondiElimina
  11. Concordo con fiOrdivanilla, Alex! A dir poco eccezionale!
    Credo di essere una delle poche, o forse, l'unica veneziana che non beve lo spritz. :-)))
    Ciaoooo

    RispondiElimina
  12. Sapessi come invidio il tuo modo di presentare....
    Lo spritz con i piedi a mollo nel succo di arancia e' ben pensato! Io avevo fatto diverse versioni di aperitivi "gelificati", ma allo spritz proprio non avevo pensato.
    Mi congratulo.

    RispondiElimina
  13. Bellissimi, Alex. In particolare i Ringo di parmigiano.
    Quanto a spritz solidi, ho "puntato" la versione dolce al bicchiere vista su una rivista di recente. Se mi decido a provarlo, condivido.
    Baci!

    RispondiElimina
  14. Impressionante la creatività di questi aperativi. Sei sempre di grande ispirazione
    Ciao
    Alex

    RispondiElimina
  15. Che fantasia! Sono bellissimi, gustosi e anche divertenti qualche richiamo all'infanzia. Complimenti!

    RispondiElimina
  16. Io personalmente l'ho adorata.
    Quando mi sono trasferita lì da Milano mi avevano allarmata in tanti, una volta arrivata lì invece ho trovato una cittadina bellissima e tanta gente davvero splendida tanto che, dai 6 mesi previsti, ci sono rimasta 5 anni!
    Forse dopo un po' ti sta stretta (e vabbè, non è Berlino) ma io la considero davvero la mia seconda casa ora.
    Un bacione!

    RispondiElimina
  17. che meraviglia.. attorno ad una tavola del genere si appianano tutte le divergenze ;-) baci!

    RispondiElimina
  18. fiordivanilla...le perle sono troppo preziose....mi lusinghi!!!
    Giò...sono biscotti preparati con lo stesso impasto delle coppette
    Lory...proprio mai? io preferisco un bicchiere di "bollicine" ma spesso in alcuni bar non sai che vino possano darti...meglio non rischiare (lo spritz, almeno a Venezia è una sicurezza!!!)
    Corrado...avevo fatto tempo fa il Negroni solido...questa volta ho voluto cimentarmi con qualcosa di locale...
    Giovanna...ho visto anch'io la versione a bicchiere su Cucina&vini (è lo chef del Bauer di Venezia che lo propone)...ma avevo poco tempo e ho optato per questo più veloce...ma quello nel bicchiere, secondo me è molto meglio, più completo direi..
    Alex...non adularmi, ti prego...cerco solo di non annoiarmi, per questo provo sempre a "pastrocchiare" in cucina
    Dada...hai colto nel segno!! ogni tanto bisogna pur tornare bambini
    Mariù...5 anni? beh, un bel periodo direi!! si, non è una metropoli...ma spesso regala delle sensazioni e dimensioni, altrove introvabili!!!
    Sara... avevamo bisogno un pò tutti di leggerezza e condivisione...poi siamo finiti a ballare davanti alla tv le canzoni dei Rocks (mitico Shapiro!!!)

    RispondiElimina
  19. Alex, tre aperitivi, uno piu' bello e geniale dell'altro...i ringo di parmigiano, evoluzione delle sempplici cialdine, la gelatina di spritz (quanto ne ho bevuto sulle Dolomiti, nei rifugi, da ragazza, in una ciotola comune!! :-0), e i biscotti a forma di goccia....bello tutto, da copiare :)
    Ciao, Elvira

    RispondiElimina
  20. Grazie Elvira...qualche ricordo era presente in questi aperitivi!!!
    Pensa che tanti anni fa quando lo spritz non lo conosceva nessuno (fuori dal veneto o friuli) ho chiesto ad un barista di prepararmelo...beh me lo ha fatto pagare come un cocktail!!!

    RispondiElimina
  21. Ma che divertente tutto ciò!! Soprattutto molto molto invitante!!! Ciao

    RispondiElimina
  22. ramaiolo...grazie!! in effetti mi sono divertita assai (a prepararli ...ma anche a mangiarli)

    RispondiElimina
  23. I ringo piacerebbero da morire a mio fratello... Si cuoce sempre il grana nel microonde sopra un uovo fino a formare quella crosticina croccante XD
    (ros)marina

    RispondiElimina
  24. Quanto tempo prima li posso preparare? Tipo 1 giofno? Grazie per la risposta

    RispondiElimina
  25. I ringo di parmigiano temono l'umiditá. Conservali in una scatola ermetica max 2 giorni.

    RispondiElimina
  26. Scusami ancora e lo spritz anche posso prepararlo il giorno prima?
    grazie tanti tanti auguri

    RispondiElimina

Post precedenti

Graphic design by

Graphic design