Cozze da Madrid al Giappone

Pesce, crostacei, molluschi … mi piacciono tutti!!! Così sabato sono rientrata dalla mia solita spesa di pesce e affini … con un borsone di cozze. Le mangio in tutti i modi: al vino bianco, impepata ecc.. ma anche aggiunte alle zuppe di pesce, nella pasta … però così nei modi “classici” le ho mangiate un miliardo di volte.
Durante un viaggio in Spagna mi aveva conquistato una preparazione molto fresca a ricordare quasi un’insalata – memorizzata subito e ripetuta più volte negli anni – ma sabato consultando nobu West edito dalla Giunti mi sono decisa a variare “la cozza spagnola” seguento Nobu Matsuhisa e Mark Edwards. In pratica sono partita da Madrid per finire Jap.

Come antipasto ho considerato 6/7 cozze a testa (ma noi ne abbiamo mangiate molte di più!!)

X 4 persone

30 cozze
½ bicchiere di vino bianco
1 spicchio d’aglio
Pepe di mulinello.

Lavare le cozze, eliminare le barbe ed eventuali impurità presenti sui gusci. Cuocere in un pentola a coperchio chiuso aggiungendo il vino, l’aglio tagliato a fettine e il pepe. Quando le cozze si apriranno, tenerle da parte per il raffreddamento. In seguito aprirle completamente ed elimare il guscio superiore. Sistemare le cozze su di un cassoio da portata.

X condire

1 cipollotto fresco
1 gambo di sedano bianco
4 ravanelli (o germogli di ravanello: se ho ancora molti – li devo pur usare da qualche parte!!-)
6 pomodorini
1 carota
1 cucchiaio di zenzero fresco grattugiato fine
1 cuchiaino di sale marino (ho usato sale al wasabi)
2 cucchiai di salsa di soia
1 cucchiaio di olio al peperoncino
½ bicchiere di aceto di vino leggero (meglio aceto di riso)
4 peperoncini rossi freschi

Tagliare finemente tutte le verdure, sistemarle in una ciotola e condire con i restanti ingredienti elencati. Mescolare bene.
Con l’aiuto di un cucchiaino versare “l’insalatina” e il suo sughetto su ogni cozza. Completarecon un anello di peperoncino fresco.

Fresco come “antipastino” ma si presta bene come accompagnamento “finger food” per un’aperitivo d’estate.


You Might Also Like

15 commenti

  1. Miiiii, che scoperta! Copiata con entusiasmo.

    RispondiElimina
  2. Alex, passa a ritirare il tuo premio da me.Vorrei mettere il link ma non so farlo.
    http://rosemarieandthyme.blogspot.com/2009/06/lemonade.html
    Baci

    RispondiElimina
  3. Si direi che si abbinano molto bene ad un finger-food

    RispondiElimina
  4. Bella ricetta complimenti devono essere favolose

    RispondiElimina
  5. una bella idea per prepare le cozze in modo diverso ma sopratutto buone

    RispondiElimina
  6. Mary...buone buone
    Corrado... cpia pure, però poi se la provi fammi sapere....
    RosY...passo da te....
    il cucchiaio d'oro...personalmente li preferisco come finger-food, un bell'aperitivo ghiacciato e in compagnia di amici
    Cristina...sono buone davvero, eliminando gli "elementi" giapponesi non sempre disponibili (soia,aceto di riso,wasabi) sono davvero mediterranei e facilmente realizzabili
    Gunther...sono freschissimi, da provare sul serio

    RispondiElimina
  7. Bello, colorato, pieno di verdure inoltre ho scoperto un nuovo modo di farle (anche a me piacciono molto), grazie!

    RispondiElimina
  8. ragazza mia, ormai sono alex dipendente!

    RispondiElimina
  9. Le cozze! Sono passate dall'essere quel cibo che mai in vita mia avrei creduto di assaggiare (mi facevano impressione!) ad essere uno dei miei cibi preferiti! In tutte tutte tutte le salse, nessuna esclusa.
    E se in Italia sono così comuni e povere, a Berlino sono rarissime e stra-care, ma sono una delle poche gioia che non posso negarmi una volta ogni tanto, proprio non posso.
    Questa ricetta è spettacolare, la proverò la prossima volta che le compro, tanto per variare dalle solite ricette.
    Bravissima!!!
    m.

    RispondiElimina
  10. Un piatto ideale per l'estate sia nei sapori che nei colori.
    Ottima come tutte le tue preparazioni! :-)

    RispondiElimina
  11. dada...il pregio assoluto è la presenza delle verdure!!!
    babs...vogliamo scherzare?
    Mariù...so che in Germania costano di più che da noi...però almeno a Monaco riuscivo a mangiar pesce abbastanza spesso. A Berlino andavo al Pan Asia o al Westin (non al ristorante dell'albergo) ma il ristorante che si trova sotto i portici...il pesce è a vista, scegli e ti cucinano quello che vuoi.

    RispondiElimina
  12. Mamma mia che originali!!! Ottimo finger food!!! Bene bene Alex ottimo!!! Amo anch'io il pesce e anche le cozze appunto, perciò copio e ti saluto Elisa80

    RispondiElimina
  13. Elisa80...grazie...è vero le cozze sono buonissime in tutte le salse....

    RispondiElimina
  14. Mangiare il pesce fuori non è un gran problema infatti, è comprarlo che non è tanto facile.
    Devi sempre accontentarti di quello che trovi e quando trovi quello che volevi costa il triplo -quando ti va bene-.
    La scorsa domenica per organizzare un pranzo di pesce a casa mia ho dovuto visitare quattro diverse pescherie... alla fine sono riuscita a fare tutto quello che programmavo però, spendendo naturalmente un patrimonio.
    E' che io vivo in preda alle voglie e se all'improvviso decido che mi va uno spaghetto con le vongole semplice semplice al Panasia mica me lo fanno!
    Buona serata!
    m.

    RispondiElimina

Post precedenti

Graphic design by

Graphic design