Astice con salsa arancia-limone e il suo caviale

Devo dire che é stata pura fortuna!!! Il mio pescivendolo di fiducia (e famigllia di pescatori da 5 generazioni) quando mi ha vista sabato mattina...non ha potuto fare altro che dirmi: "ho qualcosa per te"...e quando capitano queste "chicche" non riesco a lasciar perdere. Mi presenta una cassettina con la paglia sul fondo...e questo splendido crostaceo gigante: sì gigante perché pesava 1 kg e 800 gr. (quelo da 2,5 kg...era stato "sequestrato" da un ristoratore locale)...niente a che vedere con gli astici canadesi da 500/600 gr. che si trovano di solito (a me non fanno schifo neanche quelli in verità)...però questo...mi ha messo in moto una serie di rotelline che di solito si sintonizzano sui fornelli della mia cucina. Ora, che fare? Non volevo sminuire la sua avvenenza, ma non volevo neanche preparare dei piatti troppo esotici, troppo elaborati che avrebbero sicuramente "camuffato" o coperto la bontà delle carni.
Lessarlo, sì...e dopo?
Veloce giro in dispensa, in frigo, sul portafrutta...in giardino...ecco cosa riuscita a tirar fuori:

ASTICE CON SALSA DI ARANCIA-LIMONE E IL SUO CAVIALE

Spremere il succo di 2 arance e 1 limone. Riunire in un pentolino aggiungendo 4 cucchiai di vino bianco secco, un cucchiano di zucchero, un pizzico di agar-agar, sale, pepe bianco. Portare a ebollizione. Spegnere il fuoco e aggiungere una noce di burro e mescolare bene con l'aiuto di un frustino. Sistemare a specchio la salsa sul fondo dei piatti da portata.

Togliere con un cucchiaino il caviale posto sulla pancia dell'astice, sistemarlo in un colino e lavarlo sotto il getto dell'acqua corrente. Versarlo in una ciotola e salare con pochissimo sale finissimo. Mescolare.
Lessare l'astice (10 minuti ogni kg + 50 secondi ogni 100 gr.)
Lasciar raffreddare qualche minuto e staccare la testa dal corpo ruotandola leggermente.
Liberare la carne dal carapace con l'aiuto di una forbice. Tagliare a fette e sitemare sui piatti sopra la salsa arancia-limone. A completamento del piatto versare a pioggia il caviale.
Con la carne prelevata dalle chele e altri piccoli frammenti ho preparato altro...
ma questo ve lo racconterò la prossima volta.

Questa è la "bestia" cruda e cotta. ( con tutte le piccole conchiglie attaccate al corpo)


You Might Also Like

27 commenti

  1. Adoro l'astice piu' dell'aragosta. Una bella bestiolina 1.800 è difficile da trovare..che fortuna. Bellissima l'idea che hai avuto. Gli agrumi con questo crostaceo ci stanno benissimo...

    RispondiElimina
  2. Wow. Tanto di cappello per questo accostamento agrumato.
    Ciao
    Alex

    RispondiElimina
  3. Ma no, ma no, ma no! Non si puo' deprimere cosi' chi ti legge! E per il cu.. di aver trovato una bestia cosi' bella, e per l'invenzione del risultato, e per la salivazione indotta in chi legge, gia' all'ora del cappuccino.
    Con l'aragosta sarebbe venuto stopposo e insapore, l'astice e' perfetto con gli agrumi tenuti leggeri.
    Dovrei assaggiare, ma sono sicuro che nel piatto c'e' un equilibrio perfetto.
    BRAVA

    RispondiElimina
  4. ma qui ci diamo sciccosamente dentro alla grande!!!
    quest'astice mutante di appena 1.800kg dove l'hai recuperata!?!?!
    scommetto sia stata deliziosa pero'...;)

    RispondiElimina
  5. straordinario alex: la presentazione, la ricetta... tutto perfetto! ho mangiato l'astice blu qualche mese fa: me l'hanno regalato a natale... una bontà unica. un altro "brava" e poi vado eh? BRAVA :D

    RispondiElimina
  6. che buono l'astice!!! sempre fatto per Natale, chissà perché...ora m'ahi proprio dato voglia. Ne ho giusto uno congelato!

    Ricetta deliziosa e poi cosi' colorata!!!
    Baci :-)

    RispondiElimina
  7. Meno male che quelle rotelline non si fermano mai!!!!

    RispondiElimina
  8. ciao.
    Non è che mi diresti dove vai a comprare il pesce?
    Forse te l'ho già chiesto..ma non me lo son segnato o forse ho solo sognato..
    Mi faresti un gran piacere.
    Se ti trovi bene e non è eccessivamente lontano mi piacerebbe farci una capatina.
    Grazie
    ciao.

    RispondiElimina
  9. Non ho parole! WOW
    non mi sono mai azzardata a cucinare qualcosa del genere, penso che mi scapperebbe via, con tutte el conchigliette attaccate!
    ora sono in peda ad una fame vergognosa!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  10. a chi non piace l'astice,peccato però che io non riesco ad "ammazzarlo" e comprare di quelli che giacciono sul banco morti chissà da quando neanche mi piace allora mi accontento di mangiarlo al ristorante!Quseto piatto è davvero speciale non suo accostamento nei suoi colori e nella sua presentazione! Complimenti

    RispondiElimina
  11. eh no alex, così proprio non va...... venire a leggerti mi fa male alla salute.
    tutto troppo buono
    tutto troppo bello
    dimmi un pò? quand'è che scatta l'invito a cena? :-) :-) :-)
    ciao
    babs

    RispondiElimina
  12. Che eleganza, ma siamo in un ristorante stellato...bellissima ricetta, un'armonia di sapori, brava!

    RispondiElimina
  13. I tuoi piatti e le tue foto sono sempre molto raffinati, e su questo astice, non potendo mettere la mani :) ci ho lasciato gli occhi!

    RispondiElimina
  14. Ho creduto di svenire quando l'ho visto.
    Brava brava brava e ancora brava brava e strabrava.
    m.

    RispondiElimina
  15. sciopina...non sempre capitano cose così...e poi davvero come dici tu gli agrumi si sposano proprio.
    Alex...grazie...ed è nato tutto lì per lì...non sapevo che mi sarei ritrovata in casa un "alien"...ho dovuto improvvisare
    Corrado...non ti arrabbiare, dai...altrimenti mi passa il periodo "creativo"...grazie delle belle parole!!!
    Mirtilla...il pescivendolo mi conosce fin troppo bene....e certe cose me le riserva..non è carino?
    Sara...confermi che è buonissimo, vero?...
    Mariluna...corri veloce a cuocerlo!!! non solo a Natale...anzi in primavera/estate ho sempre voglia di crostacei e pesce...forse più che in inverno...
    Lydia...e speriamo che girino sempre per il verso giusto...non si sa mai!!!
    Michela...ti mando una mail...scusa se non te l'ho fatto sapere prima, non voleva essere un segreto da conservare...anzi mi fa piacere informarti!!
    Juls...si all'inizio posso capire che possa dare un certo fastidio...specie quando cammina!!! ma si supera tutto!!
    cucchiaiod'oro...morti non li comprerei mai....meglio quelli di allevamento che vedi nelle vasche anche in certi supermercati ben forniti...
    babs...ti aspetto..quando vuoi!!!
    Mariù...ma grazie...e a Berlino è uscito poi il sole nel WE?

    RispondiElimina
  16. non mi sono mai cimentata nell'impresa..che spettacolo!!

    RispondiElimina
  17. Sì... per cinque minuti! Per dare spazio poi a un altro temporale, seguito da un altro raggio di sole e poi da un altro temporale... ma non dicevano marzo pazzerello?
    Prima che mi trasferissi a Berlino dovevano avvisarmi che qua manca una cosa fondamentale... l'estate!
    Un bacio!
    m.

    RispondiElimina
  18. Alex,
    sarei curiosa anch'io di conoscere il tuo pescivendolo. Noi, come sai, andiamo a San Trovaso ma non è male conoscere anche altri indirizzi...
    Grazie,
    Valeria

    RispondiElimina
  19. E 'un bel piatto di portata e hypnotizing. J'adore. Passo da un traduttore di scrivere a voi, spero di capire ... non è facile per me di scrivere in italiano, ma io amo l'Italia, il mio paese. Passe une bonne soirée et à bientôt avec plaisir. tanti bacci di Francia

    RispondiElimina
  20. Gio...provaci, dai...poi mi racconti!!
    Mariù...ho vissuto in Germania 10 anni...non parlarmi di tempo pazzo...che ho ancora gli incubi!!!
    Però Berlino (a differenza di Monaco dove stavo io) ha una marcia in più....
    Valeria...la pescheria è piccola, di quartiere, niente di superfigo...ma sempre superfresco...e se poi mi battete sul tempo e mi "fregate" le cose migliori??? scherzo....ti mando una mail...
    Eleonora...merci!! tu peut ècrire en Francais...mais tu es italienne?
    je suis 3-4 fois pendant l'annèe a Nice (ou Vence)...moi, j'adore la France!!!

    RispondiElimina
  21. Mamma mia.. quale raffinatezza. l sapore dell'astice riesco ad averne la fortuna di assaporarlo una volta all'anno, sotto le feste di Natale, quando la compagna di mio papà lo prepara, essendone anche lei patita..
    ma questa presentazione è a dir poco spettacolare e invogliante.. complimentissimi.

    p.s., come ti ho scritto in risposta.. mi chiedevo se quella era la tua prima volta nel mio blog e che mi ha fatto piacere ricevere la tua visita. Un saluto, spero a presto!

    RispondiElimina
  22. Meraviglioso l'astice, meravigliosa la ricetta, meravigliose le foto, ma dico ? Ti sembra normale ? Mah... sei un mito.
    Anche io h ocucinato l'astice con il limone e ho aggiunto lo zenzero.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  23. fiOrdivanilla....grazie!!! ti ho risposto di là...
    Marili...mi era passata per la testa l'idea di aggiungere anche dello zenzero fresco che avevo in casa...ma poi mi sono limitata agli agrumi...ma resta in lista per la prossima preparazione....e grazie!!!

    RispondiElimina
  24. Si, è vero, tempo pazzo a parte Berlino è un posto a dir poco meraviglioso.
    Ho letto in un altro commento "San Trovaso"... ma non vivrai mica a Treviso? Ci ho vissuto per quasi cinque anni fino a meno di due anni fa!

    RispondiElimina
  25. Grazie a te Alex.
    Non volevo fare alcuna allusione eh?
    Solo poteva anche essere che mi avessi già risposto..e che mi fossi persa per strada la risposta.
    Attendo la tua email allora.
    Grz mille.
    ciao!!
    Che belli anche gli spaghetti!!
    Buoni con i peperoni.

    RispondiElimina
  26. Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
    Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

    Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
    Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
    farsi conoscere.

    Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
    http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
    http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
    nella barra in alto.

    Ti inviamo i nostri migliori saluti

    Vincent
    Petitchef.com

    RispondiElimina

Post precedenti

Graphic design by

Graphic design