Carbonara di capesante

Questa preparazione l`ho vista "passare" velocemente su Gambero Rosso Channel. La trasmissione era tutta dedicata al Ristorante Marconi a Sasso Marconi-BO e alla sua giovane chef Aurora Mazzucchelli. Sono stata letteralmente rapita da questo piatto, semplice nel suo insieme, ma allo stesso tempo ricco dei profumi del mare, che amo tanto. Adorando in modo sviscerale le capesante, non ho potuto fare a meno di replicarla (umilmente direi). In pratica questa è la mia "terza volta"...la quarta sarà il primo piatto della Vigilia.
"Carbonara" di capesante e triglie.
x 2 persone
180 gr. di spaghetti (non troppo sottili)
3/4 capesante
2 piccole triglie
olio extra vergine d'oliva
vino bianco
aglio
sale
pepe bianco
buccia di limone grattugiata
fumetto di pesce/crostacei
Aprire e pulire le capesante, eliminando le "barbe" che spesso contengono sabbia, e il sacchetto nero. Togliere i sacchetti arancioni e frullarli al mixer con un filo d'olio e un paio di cucchiai di fumetto di pesce. Tenere da parte.
Pulire le triglie e ricavarne dei filetti.
In una padella scottare le capesante e le triglie sfumando con del vino bianco secco, aggiungere pepe bianco, sale, olio, 1/2 bicchiere di fumetto di pesce e/o di crostacei,1/2 spicchio d'aglio tritato sottile e la buccia di limone grattugiata. Cuocere pochi minuti. A fine cottura tagliare a cubetti le capesante e i filetti di triglia. Mantenere il sugo morbido.
Cuocere gli spaghetti e scolarli nella padella contenente il sugo. Saltare la pasta aggiungendo a filo la crema ottenuta frullando il corallo delle capesante.
Gli spaghetti alla fine devono avere un aspetto "bavoso", se serve aggiungere qualche cucchiaio di acqua di cottura.



You Might Also Like

10 commenti

  1. Dire che ti odio è riduttivo!!!!

    RispondiElimina
  2. La prox.volta cucino solo per te: solo pesce...

    RispondiElimina
  3. bella ricetta un po insolita ma molto buona!

    RispondiElimina
  4. cos' ci prendi proprio per la gola!!
    una carbonara assolutamente da provare!!
    bacioni

    RispondiElimina
  5. è un piatto splendido: quel che non capisco è il titolo! carbonara? e la pancetta? e l'uovo dov'è? o forse sono i sacchettini arancioni delle capesante a "mimarlo"? :D conosco il ristorante marconi: si mangia molto bene, ci sono stata pochi mesi fa. complimenti per aver replicato egregiamente questo bel piatto!

    RispondiElimina
  6. piatto splendido, anch'io amo le capesante...è una bella idea per il periodo natalizio, ciaoooo!

    RispondiElimina
  7. E' una finta carbonara...non c'è uovo (ma le sacchette arancioni frullate creano l'effetto) i pezzettini di triglia e capasanta dovrebbero simulare il guanciale..
    Salsa... sei stata da Aurora? ti invidio...voglio andarci appena possibile...mi ispira molto la sua cucina...

    RispondiElimina
  8. è un piccolo capolavoro di sapori . speriamo di trovare tutti gli ingredienti sufficentemente freschi.Bravissima e raffinata !!e un buon vino...

    RispondiElimina
  9. è una carbonara favolosa,una bella io la preferisco all'altra

    RispondiElimina
  10. bellissima preparazione e presentazione ;)

    RispondiElimina

Post precedenti

Graphic design by

Graphic design