Ile Flottante


Questo dessert lo volevo fare da molto tempo. Non so perchè, ma ho sempre rimandato.
Il momento è arrivato domenica. Sono stata invitata per un caffè post pranzo dai vicini di casa, ma mi scocciava presentarmi senza niente (in casa non avevo nè biscottini, nè tortine ecc.)
in più volevo complimentarmi con un caro amico, (anche lui lì per un passaggio veloce) per aver realizzato a fumetti "Novecento di Alessandro Baricco"... ho pensato qualche secondo....

l'illuminazione... preparo l'ile flottante....così stiamo in tema....


x 4 persone


100 gr. cioccolato fondente
6 uova
10 cl panna liquida
50 gr. latte
2 cucchiai di zucchero
150 gr zucchero a velo
3 cucchiai di mandorle a lamelle ( o nocciole)


Portare la panna e il latte a bollore. Togliere dal fuoco.
Battere i tuorli con lo zucchero a velo fino a schiarirli. Versare un pò del mix panna/latte sui tuorli e sempre mescolando unire il restante tenendo il pentolino su fuoco dolce. Mescolare fino a che la crema si addensi senza mai farla bollire.
Montare i bianchi a neve fermissima con un pizzico di sale. Aggiungere lo zucchero e battere ancora un minuto.
Far bollire dell'acqua e con l'aiuto di due cucchiai formare delle quenelle che andranno adagiate delicatamente sull'acqua. Cuocere un minuto per parte girando le quenelle.
Toglierle dall'acqua e adagiarle su una carta assorbente.
Tostare brevemente le lamelle di mandorla in un padellino antiaderente.
Versare la crema di cioccolato nelle coppette, adagiare una quenelle per porzione e decorare con le mandorle

You Might Also Like

7 commenti

  1. molto interessanti queste quenelle di meringa lessa! mai sentita una preparazione del genere, a metà fra la meringa e l'uovo in camicia: originalissima!

    RispondiElimina
  2. @salsina... ed è anche velocissima (infatti mi ha risolto un dessert all'ultimo minuto)

    RispondiElimina
  3. Bellissima l'ile flottante... Complimenti, davvero splendida. Ho un marito che detesta la meringa, ecco perché non ci ho mai provato. Ma potrei sempre farla per me sola, che dici? .-)

    RispondiElimina
  4. una bellissima e originale ricetta,
    complimenti.....salutoniiii!!

    RispondiElimina
  5. Giungo qui dal blog di Paoletta, incuriosita dal nome del mio grande amore Alex e ho trovato un bel mondo, tornero' a trovarti doi sicuro

    RispondiElimina
  6. Sono 15 anni in Francia e mai mangiato questo dessert... forse non mi attirava tanto ora pero' credo con il cioccolato fondente mi stuzzica tantino...belli quei posti giu'!!! due estati fà ero li':)

    RispondiElimina
  7. @grazie giovanna della visita...ti rinnovo i complimenti per il tuo bel reportage....
    @astrofiammante...l'avevo mangiata tanti anni fa...me l'ero proprio dimenticata...per magia è riapparsa
    @blunotte... ed io verrò a trovare te!!!!
    @Mariluna in Francia l'avevo mangiata a Les Saintes Maries de la Mer...poi ho visto Maurizio Santin sul Gambero rosso channel che cuoceva le meringhe nell'acqua...e mi sono fatta coraggio....bella la Costa Azzurra vero?....

    RispondiElimina

Post precedenti

Graphic design by

Graphic design